Notice: class-oembed.php è deprecata dalla versione 5.3.0! Utilizzare al suo posto wp-includes/class-wp-oembed.php. in /home/bipnosin/public_html/wp-includes/functions.php on line 4786

Discesa libera femminile

Ormai tutti parlano della grandissima impresa delle Italiane nella discesa libera femminile ai mondiali di sci 2018. Sofia Goggia, Federica Brignone e Nadia Fanchini hanno conquistato rispettivamente oro, argento e bronzo. Di sicuro ognuno di noi sa che nello sport si vince con l’allenamento duro e costante ma anche con la tenacia, la determinazione ed una buona tecnica mentale. Ascoltiamo le parole di una delle protagoniste e capiamo come pensano i grandi campioni.

Discesa libera femminile – Vincere con la mente

 

Nel video ci sono diversi passaggi interessanti. Ad esempio quando Sofia Goggia descrive il suo momento di difficoltà dopo le prime vittorie importanti e come ha trovato lo spunto per affrontare la partenza di quello slalom discesa libera femminile goggia brignone fanchinigigante che l’ha poi vista nuovamente sul podio.

In particolare è interessante come ha ritrovato la concentrazione rivolgendosi alla se stessa bambina e ritrovando prima di tutto la passione ed il piacere dello sci “senza paura di sbagliare, senza paura di vincere, senza paura di essere giudicata”. Questa sua visualizzazione, asolutamente personale, è molto simile a quelle che il mental coach cerca di sviluppare per portare gli atleti in trance agonistica.

 

Perché è importante la trance agonistica?

 

La trance agonistica è quello “stato di grazia” in cui l’atleta è concentrato unicamente sulla prestazione. Nel video Sofia parla del “flusso” o flow. Questo perchè in questi stati è come se la prestazione “fluisse” da sè, senza sforzo, in modo naturale. In queste condizioni ottimali l’atleta riesce a provare, durante la gara, sensazioni piacevoli di sicurezza ma anche di divertimento. Condizioni che gli atleti di un certo livello ricercano perché sanno che in questo modo produrranno una peak performance (prestazione eccellente).

Molti studi dimostarno che gli sportivi di eccellenza, come Sofia Goggia, riescono ad entrare in questi stati spontaneamente. Con l’aiuto di un mental coach è possibile affinare delle tecniche per sviluppare e perfezionare questi stati. Quindi com fare?

Seguite i nostri video ed i nostri prossimi post per capirlo e, a questo punto, rivediamoci la gara.

 

Se stai cercando un mental coach sportivo puoi consultare la nostra pagina specialisti compilare il modulo sottostante

Modulo di Contatto

* indicates required field