Ipnosi

 

Ipnosi, spesso questo termine spaventa perché viene collegato a fenomeni soprannaturali ed all’attività di maghi e santoni. In realtà l’ipnosi è una procedura medico – psicologica che è stata ampiamente studiata a livello scientifico e che permette di risolvere in tempi brevi i principali disturbi psicologici.

Rispondiamo ora ad alcune domande che spesso ci pone chi si avvicina all’ipnosi:

 

Se entro in ipnosi perderò il controllo di me stesso?Ipnosi Verona

 

No. Perché l’ipnosi non è uno stato di incoscienza in cui l’ipnotizzatore ha il pieno controllo sul soggetto ipnotizzato ma piuttosto un modo di funzionare “diverso” dal normale stato di veglia. Ognuno di noi entra ed esce da stati ipnotici 4 o 5 volte al giorno senza accorgersene. Ad esempio le ricerche internazionali hanno dimostrato che quando guidiamo o svolgiamo compiti in cui siamo particolarmente assorbiti il cervello attiva aree differenti rispetto a quelle attive durante lo stato di veglia producendo uno stato di trance cosiddetto natutrale (Rossi e Nimmons, 1993).

Per saperne di più potete consultare la seguente pagina:

 

Ipnosi e psicoterapia

A cosa serve l’ipnosi?

 

L’ipnosi di solito viene utilizzata per risolvere problematiche di tipo medico o psicologico perché, come dimostrano molti studi e meta analisi, è molto utile nel trattamento dell’ansia (Watkins, 2000; O’Neil, Barnier e McConkey, 1999), dei disturbi psicosomatici (Flammer e Bongartz, 2003; Flammer e Alladin, 2007) e della depressione (Alladin, 2010; Shih, Yang e Koo, 2010).

In medicina è risultata estremamente efficace nel ridurre il dolore cronico (Stoleb, Molton, Jensen e Patterson, 2009), i sintomi della sindrome del colon irritabile (Miller e Whorwell, 2009; Whorwell, 1984 – 2006; Palsson, 2006; Whitehead, 2006), ed alcuni problemi dermatologici (Shenefelt, 2000), viene inoltre impiegata come terapia del dolore ma anche nel sostegno psicologico di malati di cancro (Spiegel, Joan e Bloom, 1983; Liossi, 2004; Alden 2004).

L’ipnosi viene poi utilizzata come metodo per aiutare le persone a raggiungere i propri obiettivi mobilitando risorse profonde non accessibili durante il normale stato di veglia. Si usa quindi l’ipnosi per dimagrire , supportare una dieta e mantenere il peso corporeo una volta che essa è conclusa (Spiegel, 1989; Eintwistle, 2014), per smettere di fumare (Elkins e Rajab, 2004) e per migliorare la prestazione sportiva.

 

Come funziona l’ipnosi?

 

Ipnosi Verona

Milton Erickson, il più grande ipnologo del nostro secolo

Attraverso l’ipnosi la persona ha accesso a quella parte della mente definita profonda o inconscia che è sede delle risorse profonde e viene quindi utilizzata per elaborare sintomi o situazioni particolarmente difficili che il paziente, fino a quel momento, non è riuscito a risolvere utilizzando le sole risorse razionali.

Inoltre lo stato di rilassamento ipnotico profondo facilita l’elaborazione dell’ansia e di tutte quelle emozioni (rabbia, impulsività, ecc…) che producono sintomi e comportamenti indesiderati.

Infine, nei casi in cui la persona voglia modificare alcuni aspetti del proprio carattere, l’ipnosi facilita il cambiamento, l’aggiornamento e la produzione di nuovi schemi mentali e comportamentali più adatti ad affrontare la situazione attuale del paziente.

Per approfondire potete visitare il nostro sito principale alla pagina

Ipnosi

Quanto dura?

L’ipnosi è un metodo impiegato soprattutto nelle terapie e nella consulenza a medio – breve termine, ne consegue che, a seconda del caso e del problema che si vuole trattare, le terapie possono andare dai 3 ai 12 incontri di media. Nei casi più importanti si possono prevedere terapie che non superano gli 8 mesi.