ansia da prestazione

Ansia da prestazione: cos’è e perché la terapia con l’ipnosi

ansia da prestazione sessuale verona

ansia da prestazione in ambito sessuale colpisce sia uomini che donne,

molto spesso coloro che attribuiscono grande importanza alla prestazione,

con desiderio di essere sempre all’altezza e paura di deludere il/la partner.

Sono proprio questi atteggiamenti ad impedire una serena esperienza sessuale,

comportando possibili conseguenze come calo di desiderio,

difficoltà ad ottenere o mantenere l’erezione (nell’uomo)

e nel raggiungere l’orgasmo (nella donna).

—————

—————

A causa del significato attribuito al rapporto sessuale,

le persone colpite da uno stato da questo problema

iniziano a vivere la sessualità con sempre crescenti timore e mancanza di naturalezza

tanto che a lungo andare questo stato di tensione

può compromettere non solo il rapporto di coppia,

ma anche il modo in cui ognuno percepisce l’altro sesso.

In determinati casi  può portare a veri e propri disturbi psicologici:

difficoltà nell’eccitamento, disfunzioni erettili, eiaculazione precoce, anorgasmia, dispareunia.

Alla base vi è dunque l’ansia,

ovvero quello stato apprensivo circa un evento temuto che deve succedere nel futuro.

La paura che tale evento si presenti diventa così insistente da presentarmi nell’attimo stesso in cui lo si pensa.

La terapia ipnotica

Innanzitutto è utile richiedere una visita urologica;

nel caso in cui questa non riporti alcuna disfunzione organica,

allora è ipotizzabile che alla base del problema vi sia proprio ansia

Vari studi internazionali tra i quali Wolpe (1958), Hammond (1990) e Stanley-Burrows (2001)

dimostrano l’utilità dell’ipnosi

 

Protocollo di trattamento 

Io e i colleghi dello studio Modelli di Cambiamento

utilizziamo il seguente protocollo,

che prevede da un minimo di tre ad un massimo di sette incontri:

  1. Colloquio conoscitivo anamnestico con consegna di test della personalità
  2. Approfondimento del problema e inizio della procedura di tipo ipnotico

L’obiettivo di questa terapia è ridurre la componente di ansia lavorando in base al caso sui seguenti aspetti:

  • Pensieri disfunzionali legati alla prestazione (“Devo farcela”, “Devo mantenere l’erezione”, “Devo soddisfare il mio partner”) o ricollegabili ad altri eventi stressanti come il lavoro, che si presentano prima o durante il rapporto e sul distanziamento;
  • Distanziamento da esperienze passate e reinterpretazione di esperienze passate (tecnica del Cambio di Storia, tecnica di dissociazione VK/). Molto spesso capita infatti che chi soffre di questo problema sia condizionato, senza nemmeno rendersene conto, da un episodio del passato che visse in modo negativo. In tal modo la libido viene bloccata dalla paura.

Attraverso queste tecniche quindi il cliente,

in uno stato sicuro e protetto di rilassamento,

viene invitato a rivedere episodi del passato in cui aveva provato ansia/paura

per riviverli questa volta in modo più sereno.

Così avviene un riapprendimento e la persona vivrà le esperienze future con questa nuova modalità.